A testimoniare il rilievo che la cultura ha avuto nella storia di Acireale è la Biblioteca Zelantea, fondata nel 1671 e situata in un edificio costruito dal Comune fra il 1910 e il 1913. La Biblioteca, tra le più antiche e ricche della Sicilia, conserva circa 100.000 libri, un Fondo antico con 56.000 volumi ricco di incunaboli, aldine acquistate a Venezia nei primi del ‘500, edizioni fiorentine delle giuntine, oltre 1.000 manoscritti, una ricca emeroteca con giornali fondamentali per la conoscenza della storia siciliana. Annessa alla Biblioteca è la Pinacoteca dove, assieme ai dipinti di scuola acese, è possibile ammirare opere attribuite alla scuola di Rubens, di Tiziano, di Pietro Novelli. Di rilevante interesse l’elegante Carrozza dell’antico Senato Acese con intagli lignei dorati e dipinti.